sabato 9 gennaio 2010

La buona musica Italiana!

Ho deciso di aprire una sezione dedicata alle band Italiane.
In Italia ce ne sono milioni che non vengono calcolate per i soliti motivi (underground-non commerciale etc etc etc).
Una piccolissima percentuale rientra nelle mie conoscenze. E' per questo che ho deciso di raccontarvi delle band con cui ho suonato, montato e smontato amplificatori, con cui ho diviso i 50 euro guadagnati dalle serate e con cui ho bevuto delle ottime birre!
Spero in questo modo di farvi conoscere gruppi nuovi il cui cd o mp3 magari un giorno sarà presente nel vostro stereo/pod.
Non smetterò però di postare i video dei miei gruppi Internazionali preferiti quindi continuate a seguirmi e se volete, lasciatemi qualche commentino!
P.s. Mi è stato detto che non tutti riescono a lasciare dei commenti.. non so come mai, forse bisogna registrarsi?
Mi sembra che ci sia però l'opzione "anonimo" grazie al quale potete lasciarmi un commento senza il bisogno di creare account (ricordatevi di firmarvi però)
Fatemi sapere!!!

Vorrei cominciare questo nuovo capitolo del mio blog parlandovi di una band che ho conosciuto sui banchi di scuola, il batterista era un mio compagno di classe oltre che ad un grande amico.
Loro si chiamano Suinage e arrivano dalla provincia di Como.
Con i Suinage ho suonato un sacco di volte, la cosa che mi è sempre piaciuta di questo trio è l'attitudine rock dimostrata nei live, groove potente e diretto, sporco e rock'n'roll. Non starò qui a farvi la recensione della musica che fanno, perchè non sono così esperto dal punto di vista tecnico, posso solo dirvi che spaccano, sopratutto on stage!
I componenti sono Flaviano, Pilli e Ariel. Su "Flav" (batterista) ve ne potrei raccontare di ogni, come quella volta che ha fatto da roadie alla mia ormai defunta band dear in quel di Monaco, dove tutta la popolazione del "Muffat Halle" (locale in cui suonammo) se lo ricorda ancora oggi come quello che svuotò il frigo pieno di birre e chiese il refill per tutta la sera e che vagava per il locale chiedendo ai locals "sorry do you have a siga"..
Con lui ho fatto le superiori e tra una cazzata e l'altra posso ringraziarlo per aver fatto crescere la passione della musica in me.
Pilli (cantante/chitarra) penso che sia la mente dei Suinage, un genio dalla conoscenza musicale decisamente infinita. Conosce tutti, dai big alle band più sfigate della storia, con lui condivido la passione per una band in particolare, i "Mae", sopratutto per il disco "Destination Beautiful" di cui metterò il video qui sotto!
Mi ricordo quando i "Thursday" erano in tour in Europa, e insieme a Pilli e qualcun altro decidemmo di andare a sentirli a Milano.. (in realtà poi loro paccarono perchè il bus si ruppe in Svizzera)..
Infine c'è Ariel (basso/cori), la parte dark dei Suinage secondo me, mi ricordo che una volta, tornando da Milano con lui in treno, perdemmo le nostre fermate e ci ritrovammo in un bar di chissà dove a parlare dei "Come back kid" e dei "Walls of Gericho" (da quel che ricordo) davanti a una birretta, aspettando il treno che ci avrebbe portato a casa un paio di ore dopo.

Bene, loro sono i Suinage, andate a farvi un giro sul loro Myspace www.myspace.com/suinage e ascoltate un bel pò di power pop! Qui sotto il loro nuovo video del singolo "Chump" ;-) (spettacolare).



Questi invece sono i Mae, con il loro super singolone "Summertime" tratto dal primo disco "Destination Beautiful"



Che ne pensate di questa prima pillola di buona musica Italiana?? E che farete questo fine settimana? Fatemi sapere :-)
Intanto, vi auguro un buon weekend e buon rock'n'roll ;-)

4 commenti:

michykant ha detto...

La musica non è male, e anche i video sono belli da vedere, peccato che non cantino in italiano però!

Ora cerco se trovo qualche canzone loro cantata in italiano.

Lou ha detto...

grande michy, per quello che riguarda i mae, purtroppo non cantano in Italiano poichè sono americani, i Suinage non li ho mai sentiti cantare in Italiano, perchè non gli chiedi come mai?

Anonimo ha detto...

complimenti per il template, bel blog!

dEleciouSly ha detto...

Mah, credo per i "soliti" motivi arci-noti... Ad esempio perché, purtroppo, in Italia è troppo radicata l'idea che un gruppo 'non va' se non canta in inglese. Poi trovo anche oggettivamente difficile scrivere in italiano dovendo necessariamente dire qualcosa di sensato e rientrando nei canoni del rock, punk o quant'altro: cioè non banalizzando il tutto con "poppeggianti" rimette che rasentino l'assurdo e, spesso, forzando la grammatica fino allo spasmo. :D Con l'inglese "ci stai universalmente - dentro" sempre... è un linguaggio musicale di per sé, pure se hai poco o nulla da dire. Inoltre magari sperano sempre, con lungimiranza, di esportare il loro sound altrove. Come dire... "Dura lex (di mercato), sed lex"... :D

P.s. Cmq 'sta "pillola" non è stata proprio niente male, Lou... ;)

Ele :)

Posta un commento